flag text de2  english text 

 

 

 

 

 

La Via Pelasga

 

 

pelasga 370x246

 

Percorrendo la Via Pelasga e costeggiando l'imponente Bastione su cui poggia il Palazzo, si intuisce tutta l'efficacia dell'opera di fortificazione originaria di cui esso resta la parte più evidente.

All'inizio del terrazzamento è ancora presente la torretta di guardia, di epoca medievale, sovrastata dall'attuale giardino, abbellito da alberi da frutto.

Un recente restauro del lastrico stradale eseguito in sampietrini con gradinata centrale, ha contribuito a restituire ai luoghi l'aspetto originario.

 

  



 

 

pelasga 250x445Molti studi sono stati compiuti per ricostruire la storia delle Mura Ciclopiche e gli enigmi sulla loro edificazione. Uno degli aspetti più affascinanti riguarda le ipotesi su come quegli enormi massi fossero stati posti in file ordinate. Certamente ciò dimostra la conoscenza di un'antica tecnica costruttiva che lascia, ancora oggi, stupiti.

Nelle pagine di questo sito sono pubblicati alcuni dei saggi più importanti sull'argomento e su Palazzo Milita in particolare.

Proseguendo lungo la Via Pelasga si scorgono le parti moderne dell'edificio che emergono dal terrazzamento sottostante. Sulla stessa via affaccia l'ingresso della Cantina di Palazzo Milita che conserva, al suo interno, un tratto di strada romana.

Dalla stessa cantina, inoltre, si accede alla grotta scavata nel terrapieno e che conduce all'antica strada che portava al tempio dei Dioscuri.

 

 

 

 

 

 


 

 

targa